Elettrico o a gas? Guida alla scelta del miglior termoconvettore

I termoconvettori riscaldano in modo semplice ed efficace ogni tipo di ambiente, sia in presenza che in assenza del classico impianto di riscaldamento a metano.  Ne esistono in commercio in varianti con diversi tipi di funzionamento, elettrico o a gas. Noti anche come radiatori, i modelli elettrici si alimentano di corrente per riscaldare l’aria che viene poi diffusa per convezione nell’ambiente, se invece l’apparecchio dispone di ventole per la distribuzione del calore allora si tratta di un ventilconvettore. La scelta di un termoconvettore elettrico è dettata anche dagli spazi, spesso angusti, che non sono in grado di ospitare sistemi di riscaldamento più ingombranti, come stufe a legna o altri dispositivi. I moderni termoconvettori elettrici sono molto curati anche nel design, si presentano infatti in forme sottili e sofisticate di dimensioni compatte e ‘salvaspazio’ per attagliarsi ad ogni contesto.

Senza l’impiego di combustibili a biomassa l’apparecchio è pulita e non rappresenta una minaccia per gli arredi, per cui lo si può giostrare a piacimento in ogni angolo della casa. Diverso il funzionamento dei termoconvettori a gas, la cui dinamica prende il la da un sistema di presa d’aria che ‘dialoga’ con l’esterno della casa con il supporto di un tubo di scarico dei fumi, come stabilisce la normativa particolarmente rigida in fatto di dispositivi alimentati a gas. Questo tipo di termoconvettore è fra i più efficaci come resa termica, in quanto diffonde un calore subito percepibile, che si diffonde in poco tempo a temperatura sostenuta.

Facili da usare sono anche competitivi nel prezzo, con performance superiori alle prestazioni dei modelli elettrici, quanto alla spesa è più che accessibile se si pensa che un modello di punta di piccolo formato a camera stagna della Riello costa intorno ai 100 euro. Se il termoconvettore elettrico è assolutamente intuitivo nel funzionamento da non richiedere alcun ausilio, i modelli a gas richiedono l’intervento di un esperto per l’installazione, anche per una questione di sicurezza che impone il rilascio di una dichiarazione di conformità alle normative vigenti. Per essere guidati nella scelta di un buon termoconvettore il nostro consiglio è di attingere info e news da fonti accreditate come il sito di settore www.sceltatermoconvettori.it.